VALUTAZIONE DI INCIDENZA AMBIENTALE


CHE COS'E' LA VINCA

La valutazione di incidenza ambientale (VINCA) è una procedura di valutazione di natura “preventiva”, prevista dall’art. 6 comma 3 della Direttiva 92/43/CEE (cosiddetta Direttiva Habitat), alla quale sono sottoposti i piani e gli interventi da attuare all’interno di un sito appartenete alla rete Natura 2000.

LA RETE NATURA 2000

La rete Natura 2000 presente nel Parco è costituita da 18 Siti di interesse comunitario e da 5 Zone di protezione speciale. Consulta il documento “La rete Natura 2000 nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini”.

QUANDO OCCORRE EFFETTUARE LA VINCA

La Vinca è una procedura alla quale vanno sottoposti i piani e gli interventi ricadenti nei Siti della rete Natura 2000 che non sono direttamente connessi e necessari al mantenimento in uno stato di conservazione soddisfacente delle specie e degli habitat presenti nel sito medesimo.

Secondo un recente orientamento della Commissione europea (caso EU PILOT 6730/14/ENVI) non è possibile escludere a priori dalla VINCA interventi, anche di modesta entità, da attuare in un sito Natura 2000. Unica eccezione è la loro diretta relazione con la gestione del sito Natura 2000 stesso.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

La VINCA è prevista dall’art. 6 comma 3 della Direttiva 92/43/CEE, direttiva comunitaria che è stata recepita dall’Italia con il DPR 357/97 e s.m.e i. I riferimenti normativi in Italia per la Vinca sono quindi l’art. 5 del DPR 357/97 e s.m.e i. e le relative normative di recepimento emanate a livello regionale. Le Regioni e le province autonome di Trento e Bolzano sono, infatti, gli Enti territoriali delegati dallo Stato per la gestione dei siti Natura 2000 e per l’espletamento della VINCA, fatte salve le competenze attribuite alle aree protette di cui alla Legge 394/91 qualora un sito Natura 2000 ricada, anche parzialmente, all’interno del loro perimetro.

La Regione Marche ha disciplinato la VINCA con DGR n. 220/2010 e s.m. e i. (per le recenti modifiche al paragrafo 4 si consultino le DGR n. 23 e 57 del 2015) La Regione Umbria ha disciplinato la VINCA con DGR n. 1274/2008 e s.m. e i. (Linee guida per la valutazione di incidenza nei siti Natura 2000)

CHI E' L'AUTORITA' COMPETENTE PER LA VINCA

Per la rete Natura 2000 ricadente all’interno del Parco l’autorità competente per la VINCA è l’Ente Parco Nazionale dei Monti Sibillini (Legge regionale Marche n.6/2007 art. 24, DGR Umbria 356/2015 – convenzione rep. 820/2015) al quale, pertanto, vanno inoltrate le richieste per l’espletamento della procedura di VINCA.

PROCEDURA DA SEGUIRE E MODULISTICA

Nel territorio marchigiano del Parco è prevista un procedura semplificata per gli intereventi di modesta entità di cui alle DGR Marche 23/2015 e 57/2015. Scarica la scheda descrittiva sintetica per la richiesta di valutazione di incidenza ambientale semplificata. In tutti gli altri casi si effettua e si presenta lo studio di screening ovvero lo studio di incidenza secondo le modalità della DGR Marche 220/2010 e s.m.e i.

Nel territorio umbro del Parco è prevista una procedura semplificata per gli interventi di modesta entità che il proponente ritiene di non dover sottoporre a valutazione di incidenza. In questo caso il progetto deve essere corredato da una relazione di non-incidenza. Scarica l’istanza di non assoggettabilità alla VINCA. In tutti gli altri casi occorre effettuare e presentare la relazione di incidenza secondo le modalità di cui alla DGR Umbria 1274/2008 e s.m. e i. Scarica l’istanza per la valutazione di incidenza. La regione Umbria esclude, in ogni caso, dalla procedura di VINCA gli interventi di cui alle DGR 613/2004 e DGR 812/2006.

DATI CARTOGRAFICI SU RETE NATURA 2000

Scarica i perimetri dei SIC/ZPS (formato Shape file, Gauss Boaga - Roma 1940)

Scarica la cartografia degli habitat di cui all’allegato 1 Direttiva 92/43/CEE (formato Shape file, Gauss Boaga - Roma 1940)