CAMPEGGIO DIDATTICO-EDUCATIVO ITINERANTE (Bivacco)


Ai sensi dell'art. 1 comma 3 bis del provvedimento del Parco "Prime misure di conservazione dei siti natura 2000 e delle aree di particolare interesse paesistico-ambientale e turistico-ricreativo", il campeggio itinerante e consentito, fatte salve alcune aree di seguito indicate, con soste nella medesima area non superiori alle quarantotto ore consecutive, nel pieno rispetto della normativa vigente, con particolare riferimento alle leggi regionali (L. Reg. Marche n. 9 dell'11.07.2006 e L. Reg. Umbria n. 18 del 27.12.2006), alle disposizioni degli enti locali territoriali, nonche previo consenso dei proprietari del terreno.

Si specifica inoltre che, come stabilito all'art. 1 comma 3 bis del sopra citato provvedimento del Parco, all'interno dei siti SIC e ZPS il campeggio itinerante e consentito solo per finalita didattico-educative (come ad esempio: gruppi scuot, campi di associazioni ambientaliste).
Fatte salve eventuali ulteriori disposizioni del Parco, il campeggio itinerante e comunque vietato nella zona A del Piano del Parco oltre che nell'area della Valle di Pilato e nell'area dei Piani di Castelluccio, cosi come dettagliatamente riportato nel richiamato provvedimento.

Si ricorda infine che, nell'intero territorio del Parco l'uso di fuochi all'aperto e vietato ai sensi dell'art.11, comma 3, L. 394/91 e s.m.i, ad eccezione di specifiche deroghe preventivamente autorizzate dal Parco secondo quanto specificato nell'Ordinanza del Commissario Straordinario n. 1 del 23.01.2006. La cartografia relativa all'articolazione del Piano del Parco, ivi compresa la zona A e dei sentieri ufficiali del Parco, approvati con DCD n. 52/2003, e consultabile nel sito internet alla pagina: http://webgis.sibillini.net/website/disciplinareAttivitaSportive/ La cartografia relativa alle aree SIC e ZPS e invece consultabile alla pagina: http://www.sibillini.net/il_parco/siti_natura_2000/index.html

  
Scarica la mappa del Parco con l'indicazione dei divieti e delle aree consentite.

Estratto della L.R. n.9 - 11 luglio 2006 - Regione Marche

Art. 38
(Campeggi itineranti all'aperto)
1. I campeggi itineranti all'aperto sono attivita che si realizzano mediante pernottamenti in tende, con soste nella medesima area non superiori alle quarantotto ore consecutive.
2. I soggetti partecipanti assicurano la presenza al campo di almeno un responsabile che ne curi la conduzione il quale, al momento dell'arrivo, ne da comunicazione al Comune.
3. Le associazioni che organizzano sul territorio regionale campeggi itineranti devono rispettare le modalita stabilite dalla Giunta regionale.

Art. 39
(Documentazione sanitaria e assicurazione)

1. La partecipazione dei giovani di eta inferiore ai diciotto anni ai campeggi di cui al presente capo e subordinata alla presentazione di una scheda sanitaria in cui sono indicati lo stato di salute del giovane e le vaccinazioni cui e stato sottoposto.
2. Le schede devono essere certificate dal medico curante e conservate dal responsabile del campo.
3. Gli ospiti stranieri devono avere al seguito la documentazione relativa alle vaccinazioni effettuate nei paesi di origine e agli adempimenti previsti dagli accordi internazionali.
4. Il responsabile del campo deve essere munito di un certificato, rilasciato a titolo gratuito dall'azienda sanitaria, attestante che lo stesso e esente da malattie infettive contagiose che siano di ostacolo alla sua permanenza al campo stesso.
5. Per garantire la sicurezza dei partecipanti alle attivita di cui al presente capo gli organizzatori devono garantire adeguata copertura assicurativa.
Regione Marche L.R. n.9 - 11 luglio 2006 Versione Integrale


 

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE