- ANELLO DELLA VALLE DEL FIASTRONE


Sviluppo: km 34

Dislivello complessivo in salita: m 2240

Difficoltà: difficile

Tempi consigliati: intera giornata

Interesse prevalente: naturalistico



Il volto "mediterraneo" del Parco


Dalla frazione di Villa, nei pressi di Cessapalombo, si scende nella valle del Fiastrone, in un ambiente selvaggio la cui vegetazione lussureggiante è ricca di essenze mediterranee, quali il leccio, la fillirea, il terebinto e lo scotano, piccolo arbusto che in autunno macchia di scarlatto i margini e le radure dei boschi. Dal tratto che conduce al lago del Fiastrone (creato negli anni ’50 per la produzione di energia idro-elettrica) si domina il tratto più impervio e profondo della valle, in cui le acque impetuose del torrente hanno eroso la roccia calcarea formando un’impressionante forra. Sulle rupi e balze rocciose soprastanti nidificano uccelli di grande interesse naturalistico tra i quali il falco pellegrino e il picchio muraiolo. Giunti alla frazione di Fiegni il panorama si apre sul lago del Fiastrone, sulle cime dei Sibillini e, a nord-ovest, sulle fertili colline della conca di Camerino, attorniata da morbidi rilievi montuosi. Si sale quindi da Collemese verso i pascoli secondari del M. Fiegni dove si incontra la chiesetta romanica di S.ta Maria Maddalena.



  

 

TOUCH DISPLAY



                                                           


 

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE