- ANELLO DI SAN LIBERATO


Sviluppo: km 15,5

Dislivello complessivo in salita: m 860

Difficoltà: facile

Tempi consigliati: mezza giornata

Interesse prevalente: culturale



Il bosco dei monasteri nascosti


Si parte dal Monastero di S. Liberato, fatto costruire nel 1274 dai signori di Brunforte, e si raggiunge, attraverso boschi misti di carpini, ornielli e lecci, il paesino di Monastero (723 m), affacciato sulla profonda e selvaggia Valle del Fiastrone. Ai piedi di Monastero è presente l’Abbadia di S. Salvatore, rifondata all’inizio dell’XI secolo dal benedettino S. Romualdo. Il fenomeno del monachesimo ha infatti interessato in maniera evidente tutta la Valle del Fiastrone, che rappresentava un luogo ideale per la vita monastica. Sopra uno sperone di roccia, nel tratto finale del percorso, sono ancora visibili i ruderi del Castello di Col di Pietra, l’ultima fortezza dei Varano appartenuta a Camerino dalla seconda metà del XIII secolo. La stretta valle si apre poi, di colpo, su Pian di Pieca, caratteristico pianoro alluvionale, mentre dalla frazione di Rocca Colonnalta il panorama spazia sulle fertili e armoniose colline di S. Ginesio.



  
 


TOUCH DISPLAY



                                                           
Attenzione, i link opachi corrispondono a percorsi attualmente chiusi.



 

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE