- ANELLO DELLA VALLE DEL TENNA


Sviluppo: km 22,5

Dislivello complessivo in salita: m 1170

Difficoltà: media

Tempi consigliati: mezza giornata

Interesse prevalente: naturalistico



Ai piedi della montagna magica

L’itinerario si snoda ai piedi del M. Sibilla (2173 m), all’interno del quale, secondo la leggenda, è situato il regno della misteriosa Sibilla Appenninica, identificata come Maga Alcina nel "Guerrin Meschino", il popolare romanzo cavalleresco scritto da Andrea da Barberino nel 1410. Si parte dal centro storico di Montefortino, di evidente impianto medioevale, alla cui sommità sono situate le chiese di S. Agostino (sec. XIV), S. Francesco (sec. XIII) e S. Michele Arcangelo (del 1870). Scendendo in località "Tre Ponti", alla confluenza tra i fiumi Tenna, Ambro e il torrente Cossudro, si incontrano delle "case torri", costruzioni cinquecentesche dalla caratteristica forma a torre, comunemente chiamate "colombaie", probabilmente utilizzate in passato come punti di vedetta.Oltre il paesino di Rubbiano l’azione erosiva del fiume Tenna, stretto tra le rupi scoscese del M. Zampa (1791 m) e il Pizzo (1758 m), ha formato l’impressionante Gola dell’Infernaccio. Tra le frazioni di Colle Regnone e Sossasso, prima di ritornare a Montefortino, le praterie aride sfumano nelle boscaglie e nei campi coltivati che un tempo, come testimoniano i segni ancora visibili di antichi terrazzamenti, dovevano spingersi ben più in alto.



  

 

TOUCH DISPLAY



                                                           


 

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE