"RIFUGIO GARULLA"


Indirizzo: Frazione Garulla, AMANDOLA (FM)

tel.347 1921635 o 3478295753

E-mail:rifugioamandola@gmail.com

Sito web:www.rifugiocittadiamandola.com

 



Storia e curiosità

Il Rifugio è il punto tappa del grande anello dei Sibillini. L'attuale gestore, Edgardo Giacomozzi, appassionato di montagna e di buona cucina, gestisce contemporaneamente il Rifugio Città di Amandola. Tutti i piatti serviti al rifugio traggono ispirazione dalla tradizione marchigiana ed in particolare amandolese, puntando sulle materie prime locali di alta qualità e sulla semplicità nella lavorazione.



I nostri piatti per il Menù della Sibilla

Fregnacce rosse  
(Disponibile tutto l'anno)
E' un piatto tipico del territorio di Amandola realizzato con sfoglia di pasta all’uovo artigianale arrotolata e condita con il tradizionale ragù di carne marchigiano, parmigiano, pecorino dei Monti Sibillini e pepe.

Fregnacce al tartufo  
(Disponibile da Giugno a Marzo)
E' una variante della tipica fregnaccia. La sfoglia di pasta viene in questo caso condita con olio, parmigiano e tartufo nero pregiato dei Monti Sibillini. Viene usato unicamente tartufo fresco e per questo il piatto è disponibile solo in alcuni periodi.

Cosa c'è nel piatto

I prodotti utilizzati... 
La sfoglia di pasta all'uovo è prodotta artigianalmente.
Le carni per il sugo, acquistate da rivenditori, sono comunque di provenienza locale,
il formaggio pecorino viene da produzione biologica ed i tartufi sono raccolti sui Monti Sibillini.

...e i loro produttori
Formaggio: Azienda agricola Fonte Granne - Amandola (FM)
Tartufi: vari cavatori locali

Questi prodotti aiutano la biodiversità

La coltivazione e l'allevamento con metodi biologici, oltre ad incidere sulla qualità dei prodotti alimentari, contribuisce al mantenimento di un agro-ecosistema equilibrato, favorendo l'incremento della varietà delle piante e degli animali. Per quanto concerne la disponibilità di prodotti spontanei, come il preziosissimo tartufo, è la loro stessa presenza ad indicare la buona qualità ambientale.
La crescita di tutti i funghi, e in particolare dei tartufi, è infatti fortemente condizionata dalle caratteristiche del suolo, dalla vegetazione presente e dal clima. La conservazione degli habitat delle diverse specie e varietà è quindi fondamentale per poter continuare a raccogliere questi preziosi frutti della terra.