COM. N. 23/2007ááááááááááááááá áááááááááááááááááááááááááááááááááááááááááááááááááááááááááá Visso, 6 novembre 2007

 

OGGETTO: cena del Buon Ricordo 2007: in tavola i sapori dei Sibillini

 

Venerdý 9 novembre il Touring Club Italiano e l’Unione dei Ristoranti del Buon Ricordo renderanno omaggio ai sapori dell’Appennino umbro marchigiano: inizia proprio con il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, infatti, il lungo viaggio attraverso la cucina delle aree protette italiane che la prestigiosa associazione, grazie al patrocinio del Ministero dell’Ambiente, intraprenderÓ da quest’anno nell’ambito della classica Cena del Buon Ricordo.

L’ormai tradizionale omaggio alla gastronomia di una regione italiana – Ŕ dal 1984 che si ripete, infatti, l’iniziativa denominata Attraverso un paese e la sua cucina - si Ŕ trasformata, da quest’anno, in un viaggio alla scoperta dei sapori genuini dei nostri Parchi; un invito alla scoperta dei tanti paradisi naturali italiani che non si esaurisce nel segno della gastronomia ma diventa un contributo alla conoscenza della cultura e delle tradizioni di un territorio.

Come ben sanno i soci del Touring Club e gli amici dell’Unione dei Ristoranti del Buon Ricordo, la serata - che coincide con il 113░ compleanno del Touring – viene tradizionalmente ricordata con il celebre piatto decorato a mano dai ceramisti di Vietri sul Mare. Il logo del Parco Nazionale dei Monti Sibillini sarÓ quindi il primo simbolo di un Parco che andrÓ ad arricchire la formidabile collezione di piatti in ceramica che il Sodalizio ha prodotto nella sua centenaria storia. Gli oltre 15 mila soci del Touring che parteciperanno all’iniziativa avranno in omaggio, oltre al tradizionale piatto, alcune pubblicazioni sul Parco dei Sibillini e sui suoi prodotti.

Nel territorio dei Sibillini i frutti spontanei della natura e una terra fertile e ricca si incontrano con la tenace tradizione rurale ancora oggi profondamente radicata nella popolazione: il risultato Ŕ una cucina che trae origini dagli antichissimi riti della transumanza, arricchita dalla maestria unica nella macellazione del maiale - vero elemento caratteristico della gastronomia di questo territorio – e da antichi metodi di coltivazione agricola rimasti intatti, come nel caso della celebre lenticchia di Castelluccio.

L’intera penisola sarÓ quindi idealmente unita negli inconfondibili sapori dei Sibillini: sono oltre 120, infatti, i ristoranti italiani dell’Unione del Buon Ricordo che aderiscono all’iniziativa; l’elenco completo Ŕ disponibile su internet all’indirizzo www.touringclub.it mentre si possono avere tutte le informazioni del caso presso l’Unione Ristoranti del Buon Ricordo, C.so Italia 10, 20122 Milano, tel. 02 80582278, e-mail: info@buonricordo.com.