COM. N. 15/2007                                                                                       Visso, 16 luglio 2007

 

OGGETTO: passaggio di consegne tra il Commissario Straordinario Turroni e il nuovo Presidente del Parco, Massimo Marcaccio

 

E’ avvenuto stamattina, presso la sede del Parco, il passaggio di consegne tra il Commissario Straordinario, Sen. Sauro Turroni, e il nuovo Presidente del Parco, Massimo Marcaccio.

Il Presidente Marcaccio ha iniziato formalmente il suo nuovo incarico di fronte ai membri della Comunità del Parco, composta dai Presidenti delle Regioni Marche ed Umbria, i Presidenti delle Province di Ascoli Piceno, Macerata e Perugia, i Presidenti delle Comunità Montane del territorio e i Sindaci dei Comuni del Parco. L’incontro è stato aperto dal Commissario Straordinario Turroni che ha voluto ringraziare tutti i rappresentanti del territorio e i dipendenti del Parco; “Abbiamo fatto ripartire la macchina dopo un periodo di stallo – ha affermato Turroni - tra mille difficoltà siamo riusciti a riallacciare un rapporto con il territorio, e il fatto che il nome di Marcaccio sia emerso proprio dalla Comunità del Parco - che circa un anno fa ha inviato una terna di nomi di possibili presidenti al Ministero dell’Ambiente e ai Presidenti delle due regioni – è indicativo di come il nuovo Presidente sia espressione di questo territorio”. Il Senatore Turroni finisce con queste parole, ad un anno esatto dalla sua prima nomina, il compito di Commissario Straordinario.

Il neo presidente ha posto subito l’accento sul ruolo primario che dovrà assumere la Comunità del Parco nei primi mesi del suo mandato; non a caso, ha voluto compiere il suo primo atto da presidente proprio davanti ai sindaci e ai rappresentanti delle istituzioni, affermando che “In questa prima fase vorrò ascoltare i sentimenti del territorio, capire i diversi punti di vista e lavorare per dare alla Comunità del Parco un ruolo primario e centrale”.

Una volta ricevuto gli auguri di buon lavoro da quasi tutti i sindaci e dai rappresentanti delle amministrazioni provinciali e regionali, che hanno voluto dare un loro contributo all’incontro di stamattina, il Presidente ha dichiarato di sentire su di sé tutta la responsabilità derivante da questo incarico, affermando che “non ho alcun interesse ad occupare fisicamente questa poltrona, quello che voglio è lavorare alla creazione di un sistema, un sistema tra le tante realtà del territorio che non si esaurisce certo con le istituzioni ma comprende anche le associazioni e i cittadini. Insieme potremo far si che il Parco Nazionale dei Monti Sibillini diventi un attore propositivo, e non solo difensivo, delle dinamiche politiche e sociali del territorio”.

Massimo Marcaccio, nato a Porto S.Giorgio 51 anni fa, si occupa di ambiente dal 1990, anno dei suoi primi incarichi politici; attualmente è assessore alla Tutela ambientale della Provincia di Ascoli. Sarà Presidente del Parco Nazionale dei Monti Sibillini almeno per i prossimi cinque anni, come previsto dalla Legge Quadro nazionale sulle aree protette.