AL PARCO ED ALLE POPOLAZIONI COLPITE DAL SISMA SERVE IL TUO AIUTO


 

  

L'Ente Parco Nazionale dei Monti Sibillini fin dal primo evento sismico del 24 agosto si è attivato per contribuire alla gestione dell’emergenza, mettendo a disposizione dei Sindaci del territorio i propri mezzi ed il personale tecnico, al fine di portare aiuto e assistenza alle popolazioni.

I successivi eventi sismici del 26 e 30 ottobre hanno colpito direttamente l'Ente Parco rendendo inagibile la sede di Visso, provocando nell'immediato il collasso di ogni attività.

A seguito del successivo parziale recupero dei dati e della strumentazione operata in collaborazione con i Vigili del Fuoco è stato possibile riattivare almeno parzialmente la funzionalità dell'Ente, dislocando temporaneamente gli uffici presso la sede della Protezione civile regionale a Foligno e l'Istituto Zooprofilattico di Marche e Umbria a Tolentino, attivando altresì un presidio presso il COC di Visso.

L'evoluzione degli eventi sismici ha comportato una radicale modifica dell'intero contesto territoriale, come emerge con evidenza dalle prime ricognizione effettuate.
I danni infrastrutturali rilevati sono ingentissimi e si ripercuotono non solo sulle singole persone, ma sull'intero sistema socio economico. Ma il sisma ha determinato profonde modifiche anche negli equilibri ecologici i cui effetti dovranno essere valutati nel tempo.

Il Parco raccomanda a quanti intendano effettuare escursioni sui Sibillini la massima attenzione. Gli eventi sismici determinano infatti una instabilità sui versanti aumentando fortemente il rischio di distacchi rocciosi con conseguente caduta di massi. Va quindi attentamente valutato questo imprevedibile rischio indipendente dalla praticabilità della rete sentieristica.

Rappresentazione delle limitazioni alla circolazione conseguenti agli
EVENTI SISMICI





UN AIUTO CONCRETO PER RIPARTIRE DOPO IL SISMA: ACQUISTA I PRODOTTI DALLE AZIENDE AGRICOLE DEL PARCO -->